Informazioni aggiornate sul coronavirus

Restrizione dei contatti in occasione dell’epidemia di coronavirus

Dal 21 marzo, in Baviera, vige un provvedimento per la limitazione delle uscite. Dal 6 maggio esso decade. Restano in vigore l’attuale restrizione dei contatti e l’obbligo di distanziamento sociale.

Ciascuno è tenuto a ridurre al minimo possibile i contatti con altre persone al di fuori del proprio nucleo familiare. Deve essere rispettata una distanza minima di 1,5 metri dalle altre persone.

Dal 6 maggio, è consentito fare visita e incontrarsi, oltre che con una persona estranea al nucleo familiare o con il partner, anche con la famiglia immediata. Per famiglia immediata s’intendono i parenti in linea retta (genitori, figli, nonni) e i fratelli.

La pratica di sport individuali senza contatti, mantenendo la distanza prescritta, (ad esempio, tennis, atletica, golf, vela, equitazione (anche indoor) o sport aerei), dal 11 maggio sarà di nuovo consentita. Anche i parchi giochi sono di nuovo aperti.

A partire dal 9 maggio è allentato il divieto di visita presso gli istituti o centri di assistenza residenziale e gli ospedali. È quindi possibile la visita da parte di una persona di contatto fissa e registrata o di un membro del nucleo familiare.

Gli assembramenti all'aperto, fino ad un massimo di 50 persone, e anche le funzioni religiose saranno di nuovo consentiti nel rispetto di determinate condizioni. Per i grandi eventi, il divieto persiste almeno fino al 31 agosto 2020.

Al fine di proteggere noi stessi e gli altri, sui mezzi di trasporto pubblici e nei negozi, dal 27 aprile, dobbiamo indossare la mascherina.  Questo vale anche per le stazioni ferroviarie, le fermate degli autobus, nei centri servizi e in tutti gli uffici della città di Augusta.


Negozi e gastronomia

A partire dall’11 maggio, tutti gli esercizi commerciali e negozi di vendita al dettaglio possono aprire indipendentemente dalle loro dimensioni, alle seguenti condizioni:

  • controllo degli accessi
  • 1,5 metri di distanza
  • un cliente ogni 20 metri quadrati
  • procedure igieniche e di parcheggio obbligatorie
  • obbligo di indossare una copertura naso e bocca per il personale e clienti

I ristoranti sono chiusi. Sono consentiti solo l’asporto o la consegna a domicilio. Dal 18 maggio seguirà un allentamento graduale delle misure restrittive dopodiché i Biergärten potranno riaprire.


Informazioni per i genitori in merito a scuole, centri diurni & Co.

L’attività scolastica riprenderà gradualmente nel rispetto di rigorose misure precauzionali. L’assistenza di emergenza dovrà essere potenziata e garantita anche durante le vacanze di Pentecoste. Le vacanze di Pentecoste e quelle estive sono mantenute come previsto.

Hotline cittadina per scuole e asili: 0821 324-7888

Per delucidazioni sulla chiusura delle scuole e sulle iscrizioni scolastiche si può chiamare il numero verde del Provveditorato agli Studi di Stato presso la città di Augusta al numero:
0821 324 -6915 oppure -6949
operativo tutti i giorni dalle 9.30 alle 11:30 e dalle 13:30 alle15:00

Condotta in caso di sospetto di infezione

Chiunque presenti dei sintomi, è pregato di contattare, tassativamente per telefono, il proprio medico di famiglia o i servizi d’emergenza evitando di recarsi senza preavviso di persona in ambulatorio o al pronto soccorso:

Chiamare il medico di famiglia
116117 - Servizio di guardia medica, raggiungibile per i malati ventiquattro ore su ventiquattro 
112 - Servizi di soccorso, per pazienti in pericolo di vita

Alle persone che devono sottoporsi al tampone presso il centro diagnostico di Augusta (test center) sarà comunicato l’appuntamento dal medico o dall’ufficio igiene (Gesundheitsamt). 

Consulenza generale 
Numero verde al servizio dei cittadini di Augusta: 0821 324-4444
Il numero verde è operativo dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 18.00 e di domenica dalle 10.00 alle 18.00. Se tutte le linee sono occupate: provare a richiamare.

Hotline coronavirus Baviera: 09131 6808-5101
 


Informazioni importanti per le persone che hanno avuto contatti con pazienti affetti da COVID-19

Per tutte le persone che sono venute a contatto con un caso confermato di COVID-10 sono previste importanti regole da seguire indipendentemente dall’intensità del contatto.

Persona con la quale è avvenuto il contatto: Categoria I e II

  • Contatti di categoria I (contatto stretto, rischio di infezione elevato).  
    Se avete avuto contatti per una durata complessiva di almeno min. 15 con la persona infetta, trovandovi "faccia a faccia" (face to face) con questa o venendo a contatto con i suoi fluidi corporei (baci, respirazione bocca-a-bocca, contatto con vomito), siete soggetti all’obbligo di isolamento per 14 giorni. L'isolamento a casa inizia il giorno successivo all'ultimo contatto avuto con la persona infetta. Per maggiori informazioni si rimanda al volantino dell’Istituto Robert Koch.
     
  • Contatti di categoria II (rischio di infezione minore)
    Se avete avuto contatti con una persona infetta per meno di 15 minuti  o se avete semplicemente soggiornato nello stesso ambiente, il rischio è considerato basso. In tal caso, tuttavia, i contatti sociali devono essere limitati allo stretto indispensabile (ad esempio rimanendo a casa). Non siete tuttavia soggetti all’obbligo di isolamento domestico. 

Cosa devo fare essendo venuto a contatto con una persona infetta?

  • Monitoraggio delle condizioni di salute.
    In entrambi i casi è necessario monitorare le condizioni di salute - provvedendo anche alla misurazione della temperatura corporea due volte al giorno.  Qualora, nel corso dell’isolamento, dovessero manifestarsi sintomi quali febbre, tosse, mal di testa, dolori articolari o difficoltà respiratorie, siete pregati di informarci immediatamente via e-mail all'indirizzo kontaktpersonen.corona@augsburg.de oppure telefonicamente al numero 0821 324-2065 e di rimanere a casa. 

    Qualora i sintomi siano tali da richiedere un trattamento sanitario, siete pregati di contattare il servizio di guardia del KVB al numero 116.177 e,  per i pazienti in pericolo di vita, il centro di coordinamento del soccorso al numero 112, informando chi di competenza del fatto che siete stati classificati come persona che ha avuto contatti con una persona infettata dal virus.
     
  • Compilazione del modulo "Questionario per persone che hanno avuto contatti con pazienti affetti da corona virus" (per cittadine e cittadini residenti ad Augusta)
    Siete pregati di compilare in ogni caso in ogni sua parte il questionario per le persone che hanno avuto contatti con pazienti affetti dal virus e di spedirlo all’indirizzo kontaktpersonen.corona@augsburg.de
     
    >> Questionario per persone che hanno avuto contatti con pazienti affetti da coronavirus (documento PDF)
     
    Chi non fosse in grado di rispettare questa procedura è pregato di rivolgersi alla hotline cittadina  al numero 0821 324-4444.
     
  • Rispetto delle misure igieniche
     
  • Isolamento domestico per i familiari più stretti (vedi sopra)

Qualora dovessero essere necessarie misure che esulano dai contenuti sopra riportati, sarà l’ufficio di igiene (Gesundheitsamt) a mettersi in contatto con voi.  Data l’attuale situazione ciò potrebbe richiedere qualche tempo, vi preghiamo di pazientare.  

E i contatti dei contatti?

Per i famigliari, colleghi di lavoro o amici dei contatti asintomatici, per il momento, non si applicano le norme di cui sopra.

Qualora, tuttavia, dovessero manifestarsi dei sintomi nelle persone venute a contatto con i pazienti affetti dal virus, anche i familiari etc. diventeranno a loro volta “contatti”.


Come posso proteggere me stesso e gli altri dal coronavirus

Ognuno di noi può proteggere se stesso e gli altri e contribuire a rallentare la diffusione del coronavirus.

Il COVID-19 è una malattia altamente contagiosa che in 4 casi su 5 si manifesta con sintomi lievi. Una persona su cinque si ammala gravemente. Soprattutto gli anziani e le persone con patologie pregresse, in diversi casi, devono essere sottoposti a terapie intensive molto lunghe e possono morire a causa della malattia.

Attualmente non esiste un vaccino né una terapia specifica contro il virus. Pertanto, tutte le misure devono essere finalizzate al rallentamento della diffusione della malattia.

#flattenthecurve: La responsabilità di questo spetta alle autorità, ai datori di lavoro e a noi stessi! Ognuno di noi ora può contribuire a far  “appiattire la curva” e a rallentare la diffusione del coronavirus. Per questo proteggiamo noi stessi, i nostri cari, gli anziani e i malati (foto e fonti: Bollettino epidemiologico 12 | 2020, RKI).

 


Cosa dobbiamo fare tutti adesso

  • Mantenere la distanza. Il virus si trasmette attraverso le goccioline disperse.
  • Gli affollamenti e i raggruppamenti di persone sono vietati. I contatti sociali e privati devono essere evitati il più possibile e assolutamente ridotti allo stretto indispensabile. 
  • Rimanere a casa. Ventilare gli ambienti regolarmente.
  • Evitare i rituali di saluto (baci, strette di mano).
  • Lavare frequentemente ed accuratamente le mani con il sapone. Protrarre il lavaggio col sapone per almeno 20 secondi.
  • Non toccare il viso.
  • Rispettare il galateo nel tossire o starnutire. Coprirsi naso e bocca con un fazzoletto. oppure tossire e starnutire nella piega del gomito.
  • Pulire e disinfettare il display del cellulare.
  • Assistere le categorie a rischio tramite le iniziative d’aiuto a livello familiare e di vicinato offrendosi anche spontaneamente per iniziative di assistenza.

Le stesse raccomandazioni valgono anche sul posto di lavoro

  • Ventilare regolarmente gli ambienti.
  • Mantenersi a debita distanza dai propri interlocutori.
  • Utilizzare solo la propria cancelleria ed evitare le strette di mano.
  • Possibilmente annullare, posticipare i viaggi (di lavoro) non necessari (servizi) ricorrendo, ad esempio, alle videoconferenze.
  • In caso di infezione restare a casa.

Molti datori di lavoro hanno già iniziato a proporre ai propri dipendenti soluzioni per l’Home Office.

>> Opuscolo su come affrontare l’emergenza corona virus